Resoconto delle stragi della guerra in Iraq. Lunedì sanguinoso: 111 iracheni uccisi, 215 feriti

Fonte AntiWar
Compilato da Margaret Griffis

Nelle violenze di oggi, un attacco bomba coordinato ha ucciso dozzine di persone e ne ha ferite oltre 160 in un mercato di Baghdad. In totale, 111 iracheni sono stati uccisi e 215 feriti in tutto il paese. Inoltre, ora si crede che il fatale schianto del Black Hawk sia stato causato da un missile nemico.

La CNN riporta che gli ufficiali dell’esercito degli Stati Uniti ora credono che sia stato un missile da spalla ad abbattere l’elicottero Black Hawk. L’incidente, che ha ucciso 12 americani, è ancora sotto investigazione. Inoltre, circa 30 iracheni si sono finti soldati americani per guadagnare facile accesso agli edifici governativi a Karbala sabato. L’attacco ha lasciato cinque soldati americani morti. Sabato, con 25 americani morti, è stato il terzo giorno più sanguinoso per le truppe americane dall’inizio della guerra.

A Baghdad, due autobomba, una parcheggiata e l’altra guidata da un kamikaze, sono esplose quasi simultaneamente in un mercato sciita vicino Tayaran Square; almeno 88 persone sono state uccise e 160 ferite.

Da altre parti nella capitale, un’insegnante è stata freddata e la conducente dell’auto dove viaggiavano ferita nell’area di Khandra. Inoltre, il colonnello della polizia irachena Amer Fadhil Abba e Sheikh Riyadh Hassan Jassim, leader della gruppo Al-Okailat, sono stati uccisi con armi da fuoco in incidenti separati in una zona più ad ovest del quartiere.

A Khalis, almeno 14 persone sono state uccise e 40 ferite quando delle bombe sono state fatte detonare in una importante area di mercato.

Una bomba piazzata sulla strada ha ucciso tre poliziotti e ferite nove persone a Tal Afar.

A Mossul, un poliziotto è stato ferito in un’esplosione. La polizia ha riferito che una donna è stata uccisa e quattro persone ferite nell’esplosione di una bomba ieri; anche due soldati che sono accorsi sulla scena sono rimasti uccisi.

Un ufficiale di governo locale di Baquba, Khaled al-Sanjari, è stato rapito.

Due colpi di mortaio sono caduti su di una base dell’esercito iracheno a Falluja, ma nessun ferito è stato riportato.

Un’autobomba è esplosa a Kirkuk senza provocare feriti.

Nella provincia di Diyala le operazioni contro i gruppi militanti continuano. L’esercito americano riporta che 93 sospetti ribelli sono stati uccisi e 57 incarcerati negli ultimi 10 giorni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: